Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

amoris-testina Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Una “Metamorphosis Romantic”

ESPOSIZIONE ARTISTICA

Fino al 12 maggio, a Palazzo Danielato, le opere della giovane Laura Palumbo

laura-palumboDal 22 aprile a Palazzo Danielato “Metamorphosis Romantic”, un’esposizione dei lavori di Laura Palumbo, giovane artista di origini cavarzerane. Laura Palumbo ha frequentato prima il Liceo Artistico a Venezia e successivamente si è laureata, sempre a Venezia, all’Accademia delle Belle Arti. Attualmente fa l’interior designer come libera professionista. Così spiega Laura il suo lavoro d’artista: “Metamorphosis Romantic è un percorso artistico iniziato nel 2015, attraverso il quale mi propongo di far rivivere oggetti e materiali vecchi ed inutilizzati. Il mio obiettivo non è prolungarne la vita, avvalendomi del loro utilizzo originario, bensì modificarne, attualizzarne ed esaltarne le qualità estetiche. Negli ultimi decenni, spinti dal consumismo, ci siamo abituati a liberarci delle cose sempre con più facilità. La vita è sempre più frenetica.  Le informazioni sono tante e continue. Le nostre vite viaggiano a velocità smodate. Questo ha portato a grossi cambiamenti positivi, ma contemporaneamente si è creato uno scombussolamento emotivo. Sempre più di rado ci si sofferma sui dettagli. Un esempio l’abbiamo con i social. Lì le immagini scorrono ed hanno valore solo nel tempo in cui il tuo sguardo si sofferma.

Questo progetto nasce dall’esigenza di porre un freno a questa realtà con lo scopo di rallentare e soffermarci ad osservare ciò che ci circonda con occhio attento e diverso”. Continua Laura, riferendosi al suo progetto artistico e spiegandolo: “Attraverso Metamorphosis Romantic, ho voluto esaltare il valore dell’oggetto, celandolo, camuffandolo. Inizialmente sono nate le Pittosculture attraverso le quali il mio intento è proprio quello di dare allo spettatore l’idea di trovarsi davanti a qualcosa di apparentemente diverso. Guardandole con occhio distratto l’individuo potrebbe infatti pensare di trovarsi davanti ad un bassorilievo di bronzo o marmo. È proprio avvicinandosi e soffermandosi ci si rende conto che l’essenza è diversa”. Inoltre, l’artista Laura, essendo interior designer, ha deciso di ampliare l’interesse realizzando anche oggetti d’arte utilizzando tubi idraulici, parti di bicicletta, motorini ecc., in quando tutto può essere potenzialmente bello, se guardato con curiosità ed attenzione. Laura Palumbo è recentemente assunta agli onori della cronaca associando il suo nome a quello della più grande rocker italiana, Gianna Nannini. Infatti, Gianna Nannini ha postato sui social network una sua foto con tra le mani un suo enorme ritratto, dipinto proprio dalla giovane artista cavarzerana. È giusto sottolineare che Laura è un’artista a 360 gradi perché, oltre che pittore, sculture e designer, è pure cantante. Da tredici anni ha una band: i “Freeway”, un noto gruppo rock che suona le più famose sigle dei cartoni animati e dei tormentoni televisivi, rivisitate in chiave Rock’n’Dance.

La mostra si inaugura a Palazzo Danielato il 22 aprile e resterà aperta fino al 2 maggio, dalle 16.30 alle 19.30 nei giorni feriali; dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 nei festivi.

Raffaella Pacchiega