Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

amoris-testina Testata-NS testina-sito
Settimanale di informazione della diocesi di Chioggia, redazione: Rione Duomo 735 - tel 0415500562 nuovascintilla@gmail.com
Menu

Attualità

Il matrimonio vero che diventa finto

TRA TV E VITA

Il format “Matrimonio a prima vista” fa sposare due sconosciuti a favore di telecamera. Più di un migliaio le domande di partecipazione nel nostro Paese: popolo di irresponsabili o teledipendenti?

Matrimonio-a-prima-vistaLe contraddizioni della globalizzazione ed errate convinzioni sul romanticismo, fanno sì che ci si indigni per i matrimoni combinati e poi ci si presenti in 1.300 per sposare un perfetto sconosciuto. Succede in Italia, ma anche dovunque sia programmato “Matrimonio a prima vista”, giunto nel nostro Paese alla seconda edizione e in onda su Sky. Il format è noto: si prendono due perfetti sconosciuti – precedentemente selezionati da un sociologo, uno psicologo e una sessuologa – e li si unisce in matrimonio senza troppe cerimonie. O, meglio, con la sola cerimonia nuziale, che al resto ci si deve arrangiare. Se son rose fioriranno, se son cactus ci si pungerà. In ogni caso è tutto pagato.

Read more: Il matrimonio vero che diventa finto

AAA adulti cercasi

Che genitori saranno questi adultescenti?

adultescenteLa chiamano “adultescenza” e, più che una sindrome, potrebbe quasi essere definita come una patologia sociale. Il neologismo è un regalo degli anni Novanta, epoca in cui dalle ceneri delle ideologie sorgeva il demone del relativismo. Epoca della crisi della famiglia e di grandi mutazioni socio-antropologiche. Oggi l’“adultescenza” è diventata una dimensione comune e una sorta di tendenza collettiva a permanere in uno stato di incompletezza, privo di certezze e privo di rischi. Nelle famiglie di un tempo esisteva una gerarchia, essa incarnava un certo simbolismo e affondava le sue radici nella tradizione. In questo quadro la figura paterna rappresentava la regola, la legge, l’autorità e quella materna era il grembo, l’affettività primordiale, l’educazione.
A un certo punto si è assistito a una orizzontalizzazione della famiglia. È mutato l’approccio relazionale dei genitori verso i figli, diventando uno stare insieme più “prossimo”. Questa prossimità si è tradotta in un modo di comportarsi, di vivere, di esprimersi e addirittura di abbigliarsi molto simile a quello dei propri figli.

Read more: AAA adulti cercasi

Per ora il governo va

DEF E MANOVRA ECONOMICA CORRETTIVA

Superati due momenti cruciali

gentiloniIl governo Gentiloni va. La sua navigazione è sempre complessa e insidiosa, tra ostacoli oggettivi e potenziali trappole, però il suo procedere senza effetti speciali non è un girare a vuoto. Aver superato lo scoglio della presentazione del Def (il Documento di Economia e Finanza che indica prospettive e obiettivi che saranno concretizzati in autunno nella legge di bilancio) e della manovra economica correttiva chiesta dall’Unione europea, non è un passaggio di poco conto.

Basti pensare che, soltanto pochi giorni fa, la compagine parlamentare che sostiene il governo era entrata in fibrillazione per l’elezione a presidente della commissione Affari costituzionali della Camera di un candidato centrista votato da una maggioranza diversa - dagli scissionisti del Pd alla Lega, ai 5Stelle - facendo fuori il candidato del Partito democratico. Operazione politicamente tutt’altro che irrilevante – l’organismo in questione è quello che ha in carico la riforma della legge elettorale – ma il solo fatto che per qualche momento sia riecheggiata la parola “crisi” a causa di una presidenza di commissione parlamentare, dice molto del quadro in cui si trova a operare il governo.

Read more: Per ora il governo va